Scheda: EDF000151 (Falso materiale)


Come citare questa scheda:
Epigraphic Database Falsae, scheda EDF000151, M. Caldelli (11-03-2018)
Regione antica attribuita:
Roma
Paese moderno:
Italia
Città antica attribuita:
Roma
Città moderna attribuita:
Roma
Epoca prima attestazione:
dal 1746 al 1750
Località di produzione:
Roma
Falsario:
Scammacca, Placido
Luogo di conservazione:
● Catania, Monastero benedettino di San Nicolò l'Arena dal 1746 al 1934, [Firenze, Biblioteca Marucelliana A 77] La collezione dei Benedettini venne consegnata al comune di Catania nel 1868 e riaperta negli stessi locali come "Antiquarium comunale".
● Catania, Museo Civico dal 1934, [Korhonen 2004] inv. 399
Materiale:
terracotta, ceramica
Supporto:
mattone di ogni tipo
Misure (A x L x P) [cm]:
21 x 39 x 3
Altezza lettere:
2 - 3
Stato di conservazione:
iscrizione integra
Scrittura:
graffiti su superficie dura (marmo, intonaco, terracotta)
Lingua:
latino
Tipologia attribuita:
sepolcrale
Categoria sociale attribuita:
tutti i casi di persone che non rientrano in una delle categorie sopra indicate
Trascrizione diplomatica:
C AVIDIVS C L C E
T · C AVDIVS C L EVGAM
VS SIBI ET PATONO
Trascrizione interpretativa:
C(aius) Avidius C(ai) l(ibertus) Ce=
t(a) (:Geta); C(aius) Audius (:Avidius) C(ai) l(ibertus) Eugam=
us sibi et patono (:patrono).
Tipologia:
copia integrale di iscrizione genuina
Modello:
materiale (EDR)
Apparato:
Esiste una seconda copia a Ravenna: CIL 11, 00027*, 003
Tradizione:
Firenze, Biblioteca Marucelliana, A 77, f. 8v
Bibliografia moderna:
● Corpus Inscriptionum Latinarum, Berlin 1863- , 10, 01089*, 046
● K. Korhonen, Le iscrizioni del Museo Civico di Catania. Storia delle collezioni. Cultura epigrafica. Edizione, Helsinki 2004, p. 366, nr. 426
Creata da Maria Letizia Caldelli il 10-03-2018
Supervisionata da Maria Letizia Caldelli il 10-03-2018
Approvata da Lorenzo Calvelli il 11-03-2018
Ultima modifica di Maria Letizia Caldelli del 10-03-2018